Celiaci

La carne di Lumaca è ottima per i consumi delle persone celiaci, e può essere una valida alternativa alla vostra dieta, in quanto è considerato un alimento privo di glutine.

Favorisce quindi l’eliminazione, attraverso le vie biliari, del colesterolo dall’organismo.

Cento grammi di massa pedale fresca di lumaca (circa venti soggetti) coprono oltre il 60% del fabbisogno giornaliero di calcio e oltre un quarto di quello di ferro.

Fitness – Palestre

Il consumo di carne di lumaca per chi fa attività fisica è l’ideale, perché risulta un piatto davvero leggerissimo, adatto non solo a che segue un regime dietetico povero di calorie, ma anche ai sostenitori della dieta iperproteica: le lumache, infatti, sono ricche di proteine ad alto valore biologico e povere digrassi! Un piatto davvero eccellente e particolare!

Favorisce quindi l’eliminazione, attraverso le vie biliari, del colesterolo dall’organismo.

Cento grammi di massa pedale fresca di lumaca (circa venti soggetti) coprono oltre il 60% del fabbisogno giornaliero di calcio e oltre un quarto di quello di ferro.

Valori dietetici

Attualmente le lumache destinate all’alimentazione provengono per la maggior parte da vivai specializzati. In questi vivai il mollusco viene posto nelle condizioni ambientali ideali e vanno sicuramente preferite a quelle raccolte allo stato libero, perché sono alimentate in modo controllato e mantenute in un ambiente igienicamente idoneo.La lumaca è un mollusco dotato di carni tenere, con pochi grassi e con un livello proteico analogo a quello del pesce. Le lumache rientravano già nell’alimentazione umana ai tempi dei romani ed erano sicuramente utilizzate anche durante l’epoca medievale.La convinzione che le lumache siano difficili da digerire è legata in realtà alle salse e agli intingoli che vengono utilizzati abitualmente per prepararle; di per sé, infatti, la loro carne non presenta problemi di digestione.

Alimento dietetico – Le lumache dovrebbero essere inserite in un’alimentazione ipocalorica, ovviamente cucinate con una ricetta adeguata.

Favorisce quindi l’eliminazione, attraverso le vie biliari, del colesterolo dall’organismo.

Cento grammi di massa pedale fresca di lumaca (circa venti soggetti) coprono oltre il 60% del fabbisogno giornaliero di calcio e oltre un quarto di quello di ferro.

Valori Nutrizionali

Lumaca: prodotto senza grassi.

Percentuale di grassi polinsaturi contenuti nella lumaca: circa il 60% del totale del mollusco in confronto al 5% del totale della carne di manzo.

Favorisce quindi l’eliminazione, attraverso le vie biliari, del colesterolo dall’organismo.

Cento grammi di massa pedale fresca di lumaca (circa venti soggetti) coprono oltre il 60% del fabbisogno giornaliero di calcio e oltre un quarto di quello di ferro.

ALIMENTI
100 GRAMMI
ACQUA
%
PROTEINE
%
GRASSI
%
CALORIE PER
100 GRAMMI
MANZO
62,8
18,8
15,4
214
POLLO
68,7
19,1
11
175
UOVO
73,9
1
11,1
156
SOGLIOLA
81,5
15,9
2,6
82
LUMACA
84,9
13,4
1,2
67

Studi clinici

E’stato reso pubblico, nel luglio scorso, il risultato di un’indagine sul valore dietetico e nutrizionale della chiocciola, a seguito di un confronto fra specie e soggetti, sia raccolti in natura che prodotti in allevamenti. Autori della ricerca i professori Pier Giovanni Bracchi ed Enrico Novelli, entrambi dell’Università degli Studi di Parma. Il lavoro, come affermano gli autori, «è un contributo alla valorizzazione del prodotto alimentare “lumaca”, valorizzazione non solo in termini alimentari, ma anche in quelli economici e sociali, in virtù della crescente richiesta del prodotto da parte del mercato interno e anche in prospettiva di un’integrazione dell’attività agricola, specialmente nelle aree marginali del nostro Paese».

Le lumache analizzate appartengono al genere Helixe sono state raccolte in diverse zone d’Italia, sia in

natura che in allevamenti. L’analisi è stata condotta sulla parte muscolare vera e propria, costituita dal muscolo pedale, testa compresa, avendo cura di eliminare, oltre ai visceri, quanta più emolinfa possibile.

Valori dietetici

In merito alla composizione centesimale del prodotto fresco, si sono riscontrati i valori presenti in tabella.

Dall’indaginestudio dei professori Bracchi e Novelli, si evidenzia inoltre che: il contenuto di umidità presenta un valore medio vicino all’80%, tipico di un prodotto le cui carni si possono definire “mature”;

Il valore medio del grasso grezzo indica che la massa muscolare del prodotto analizzato presenta ridottissime quantità di trigliceridi a vantaggio del grasso a valenza strutturale;

In merito agli acidi grassi identificati, poi, i risultati evidenziano come la lumaca, pur essendo animale terrestre con respirazione polmonare, presenti una composizione di acidi grassi identica o perlomeno non molto dissimile da quella dei prodotti della pesca, che hanno bassi contenuti di acidi grassi saturi (tipici degli animali terrestri) e monoinsaturi ad alto contenuto in polinsaturi (caratteristici degli animali marini);esaminando, infine, la composizione in elementi minerali, come da tabella, si distinguono in particolare l’abbondanza di calcio e fosforo.

Da porre in rilievo come l’assenza di differenze significative tra il prodotto allevato e quello raccolto in natura, soprattutto in rapporto alla qualità dei principi nutritivi delle carni, abbia una forte valenza socioeconomica, servendo da incentivo per avvicinare sempre di più imprenditori agricoli all’elicicoltura a ciclo biologico completo.

I risultati dell’indagine dei due studiosi indicano il nostro mollusco come un prodotto alimentare dall’importante valore dieteticonutrizionale.

Il limitato contenuto di grasso, unitamente ad una corretta preparazione gastronomica, fanno della lumaca un alimento leggero e facilmente digeribile.

Cento grammi di massa pedale fresca di lumaca (circa venti soggetti) coprono oltre il 60% del fabbisogno giornaliero di calcio e oltre un quarto di quello di ferro.

La presenza, infine, di acidi grassi polinsaturi, la cui valenza nutrizionale assume maggior importanza, non

solo in particolari situazioni patologiche, ma, più in generale, nelle persone della terza età, fanno di questo prodotto un alimento la cui conoscenza merita di essere allargata a tutte le fasce di consumatori.

Valori nutrizionali.

La lumaca è un alimento dall’alto valore nutrizionale, di notevole digeribilità, ricco di amminoacidi essenziali e sali minerali.

È formata in prevalenza da acqua (83,97%), proteine (12,35), sali (1,93%) e grassi (1,75%).

In particolare, il nostro mollusco è tra gli animali più poveri di grassi e ha un buon contenuto di proteine.

La vera ricchezza della carne di lumaca è data dagli amminoacidi e, in particolare, da quelli essenziali ben presenti.

Abbondano anche i sali minerali e tra questi, come abbiamo già visto, in particolare calcio e fosforo, dovuto alla genesi e al processo di sviluppo della conchiglia (per larga parte costituita da fosfato di calcio).

Quanto all’apporto calorico, una porzione di lumache, una dozzina, fornisce poco più di ottanta calorie.

METALLO

CONCENTRAZIONE

MG/100

VALORE

MINIMO

VALORE

MASSIMO

VALORE

MEDIO

—————–  ————————  —————  ————–  ————–
CALCIO ‘’’’’’’ 297 927 499
FOSFORO ‘’’’’’’ 155 216 186
MAGNESIO ‘’’’’’’ 42 95 62
POTASSIO ‘’’’’’’ 101 201 164
SODIO ‘’’’’’’ 47 201 109
RAME ‘’’’’’’ 5 173 48
FERRO ‘’’’’’’ 18 45 35
MANGANESE ‘’’’’’’ 2 4 3
ZINCO ‘’’’’’’ 12 22 15